NELLE TASCHE DEGLI ITALIANI

LA FONDAZIONE AVE VERUM APPROFONDISCE IL TEMA DEL DEBITO PUBBLICO COME PRIMA INIZIATIVA LEGATA AGLI APPROFONDIMENTI SOCIO ECONOMICI FINALIZZATI AD UNA MAGGIORE SOSTENIBILITA’ CON IL LIBRO DIVULGATIVO “NELLE TASCHE DEGLI ITALIANI”

Ne dà notizia il Presidente della Fondazione Dott. Michele Rinaldi. “Ho il piacere – è il commento del Dott Rinaldi – “di presentare una nuova iniziativa cui ho dato vita tramite la Fondazione Ave Verum in collaborazione con la Luiss Guido Carli University e con illustri economisti: un libro divulgativo sul Debito Pubblico per promuovere una nuova e più ampia consapevolezza sul tema, in uscita il prossimo 3 Maggio 2024.
Il Debito Pubblico non è uno dei tanti problemi da affrontare ma, insieme al cambiamento climatico, “il problema”.
Occorre ridurlo, quam celerrime, mediante una profonda revisione delle nostre abitudini e un nuovo approccio culturale.
La novità sta nel linguaggio “divulgativo” del libro, comprensibile a chiunque, per spiegare un fenomeno diventato molto rischioso, che già oggi condiziona pesantemente le nostre vite, e nel coinvolgimento di numerosi economisti che hanno offerto la propria visione e le proprie ricette per la riduzione del debito.
Spero che il libro possa contribuire a stimolare anche i soggetti con maggiore competenza che devono assumere decisioni sul Debito Pubblico.
Ringrazio tutti coloro che hanno offerto il proprio contributo al lavoro, ad iniziare dal Magnifico Rettore della Luiss, Professor Andrea Prencipe, ai Relatori, Prof Giorgio Di Giorgio, già prorettore della Luiss e professore di Teoria e Politica Monetaria presso la medesima Università, con il quale ho inanellato i passaggi di realizzazione del progetto, ai Professori del Centro Arcelli per gli Studi Monetari e Finanziari Alessandro Pandimiglio e Guido Traficante, ai membri del Comitato Guida, Dottor Ottavio Ricchi che dirige l’ufficio della direzione di analisi economica e finanziaria del dipartimento del Tesoro ed è responsabile per le analisi di sostenibilità del debito, alla Dottoressa Alessandra Staderini del dipartimento tutela della clientela ed educazione finanziaria della Banca d’Italia, al dott. Federico Arcelli di Oliver Wyman.
Ringrazio anche il Dottor Luigi Pezzilli presidente della omonima società di comunicazione e gli illustri economisti Elsa ForneroLilia CavallariPaola ProfetaGiampaolo GalliGustavo Piga e Stefano Micossi che hanno offerto il proprio contributo di “visione” e di “ricetta” sul Debito.
Da ultimo un ringraziamento all’Editore Newton Compton.”
 

Benefici fiscali per chi effettua le donazioni

Le erogazioni liberali effettuate in favore della Fondazione, ai sensi dell’Art 83 del Codice del Terzo Settore, danno diritto a benefici fiscali per il donante che vendono sintetizzati di seguito. Le donazioni, al fine della fruizione dei benefici fiscali, devono essere effettuate con versamento tramite banche o uffici postali (ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’art 23 del decreto legislativo 9 Luglio 1997 n. 241).

enti e società

Persone fisiche

Deducibilità

Del reddito complessivo. Netto

Detraibilità

Dall’imposta lorda sul reddito

Persone fisiche

Le persone fisiche che effettuano donazioni alla Fondazione possono scegliere alternativamente se:

  • detrarre l’importo del 30% dall’imposta lorda sul reddito (per un massimo di 30.000 euro di donazione)
  • dedurre l’importo donato dal reddito complessivo netto, senza limite assoluto, ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato

Enti e società

Gli Enti e Società possono dedurre l’importo donato dal reddito complessivo netto, senza limite assoluto, ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato. L’eventuale eccedenza (sempre entro il limite del 10%) può essere computato in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare. Considerata la possibile evoluzione della normativa, si consiglia di verificare con il proprio professionista di riferimento l’applicabilità delle agevolazioni fiscali tempo per tempo vigenti.