sostienici con una donazione

Sostenere la fondazione

come donare

Come effettuare una donazione per la fondazione Ave Verum

Puoi effettuare una donazione a favore della fondazione Ave Verum utilizzando il modulo sottostante.

  1. Seleziona uno degli importi disponibili oppure scegli liberamente l’ammontare della donazione.
  2. Inserisci i tuoi dati se desideri una ricevuta dell’avvenuta donazione o se vuoi allegare un commento al tuo gesto.
  3. Scegli una modalità di pagamento online tra carta di credito, Pay Pal oppure dona offline con un bonifico bancario o destinando il 5 per Mille alla fondazione.
  4. Infine clicca sul pulsante dona ora per procedere al pagamento e completare la tua donazione.
 
Prima di donare ti invitiamo a prendere visione dei benefici fiscali per chi effettua le donazioni utilizzando il pulsante sottostante.

Benefici fiscali per chi effettua le donazioni

Le erogazioni liberali effettuate in favore della Fondazione, ai sensi dell’Art 83 del Codice del Terzo Settore, danno diritto a benefici fiscali per il donante che vendono sintetizzati di seguito. Le donazioni, al fine della fruizione dei benefici fiscali, devono essere effettuate con versamento tramite banche o uffici postali (ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’art 23 del decreto legislativo 9 Luglio 1997 n. 241).

enti e società

Persone fisiche

Deducibilità

Del reddito complessivo. Netto

Detraibilità

Dall’imposta lorda sul reddito

Persone fisiche

Le persone fisiche che effettuano donazioni alla Fondazione possono scegliere alternativamente se:

  • detrarre l’importo del 30% dall’imposta lorda sul reddito (per un massimo di 30.000 euro di donazione)
  • dedurre l’importo donato dal reddito complessivo netto, senza limite assoluto, ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato

Enti e società

Gli Enti e Società possono dedurre l’importo donato dal reddito complessivo netto, senza limite assoluto, ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato. L’eventuale eccedenza (sempre entro il limite del 10%) può essere computato in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare. Considerata la possibile evoluzione della normativa, si consiglia di verificare con il proprio professionista di riferimento l’applicabilità delle agevolazioni fiscali tempo per tempo vigenti.